Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Eva Carneiro, il medico del Chelsea svestita
Mer Feb 22, 2012 1:20 am Da Komir

» L'Italia è già fallita?
Lun Nov 14, 2011 2:03 pm Da Komir

» Si muore di debito?
Lun Nov 14, 2011 2:01 pm Da Komir

» L'eolico firmato Renzo Piano
Gio Ott 27, 2011 1:48 am Da Komir

» Chi ha paura delle intercettazioni?
Dom Set 11, 2011 3:46 pm Da Komir

» 9/11: VERITA’ O VENDETTA DI STATO?
Dom Set 11, 2011 12:09 pm Da Komir

» L'invadenza di alcuni genitori nella scuola
Gio Mar 24, 2011 3:29 pm Da Komir

» Il sindaco leghista di Fossalta di Piave, la “belva umana”
Mer Feb 09, 2011 4:33 pm Da Komir

» Ecco perchè ce ne andiamo
Mer Feb 09, 2011 4:28 pm Da Komir

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum

Eco e la generazione perduta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Eco e la generazione perduta

Messaggio  Komir il Dom Giu 06, 2010 2:09 pm

“Credo che la mia generazione sia stata molto fortunata, poiché la guerra è finita quando avevamo 13 o 14 anni. Abbiamo vissuto l’espansione economica. Abbiamo avuto tutto. [...] La nostra è stata una generazione che dovrebbe vergognarsi della propria fortuna. Ci hanno offerto tutte le possibilità. [...] Ciò spiega pure il tremendo paradosso per il quale la mia generazione continua a stare al potere: dovremmo già stare in un ospizio, dovrebbero stare al potere i 30enni o al massimo i 40enni. Ma il fatto è che noi non vogliamo restare al potere, ce lo chiedono, ne siamo obbligati…
[…] Siamo condannati a restare al potere, poiché le generazioni successive non hanno avuto le nostre stesse opportunità“.
Così l’intellettuale Umberto Eco, in un’intervista a “El Pais” passata sfortunatamente inosservata in Italia. Può qualcuno permettersi di difendere così sfacciatamente il sistema di potere gerontocratico italiano? Quanti giovani sono costretti alla fuga all’estero da una tale mentalità? Come si può far capire a Eco e ai suoi coetanei -una volta per tutte- che nessuno li obbliga a restare? E che, al contrario, i giovani di questo Paese chiedono -da anni e disperatamente- un ricambio generazionale reale, basato sul merito?

Fonte: Sergio Nava
Link: fugadeitalenti.wordpress.com
http://nuovediscussioni.blogspot.com/2010/06/eco-e-la-generazione-perduta.html

Komir
Admin

Messaggi : 39
Punti : 3459
Data d'iscrizione : 29.09.08
Età : 39

Vedi il profilo dell'utente http://www.sudterrae.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum